Vista del paese in estate



NATURA, CUCINA E CULTURA: LA VACANZA È SERVITA SU UN PIATTO D'ARGENTO.

Basta guardarsi intorno per subire il fascino di Campo di Giove.
La natura avvolge lo sguardo in ogni direzione, una sensazione emozionante da osservare e da toccare con mano inoltrandosi nelle verdi faggete, nelle luminose pinete, lungo i prati sconfinati del Parco Nazionale della Maiella per godere di un clima che rigenera il corpo e la mente.

Un ambiente ideale per escursioni o passeggiate in un ambiente unico in Italia, autentico polmone verde d'Europa.
I divertimenti estivi in albergo Nel Parco il fascino della scoperta ha un gusto particolarissimo e rivolgendosi a guide ed associazioni si può approfittare di interessanti programmi di visite guidate.

La diversità degli ambienti, la ricchezza della natura, le testimonianze lasciate dall'uomo fanno della Maiella il luogo ideale per un'attività escursionistica a misura di famiglia.

Dalle confortevoli camere dell'Hotel Abruzzo alle numerose e sorprendenti attrattive turistiche dei dintorni il passo è breve.

Oltre al pittoresco abitato di Campo di Giove con la sua tipica, lineare architettura montana, si potranno comodamente visitare i caratteristici nuclei di paesi vicini come Pescocostanzo (godibilissima la passeggiata tra vie e botteghe sapientemente conservate), Scanno con il suo lago e gli antichi palazzi e soprattutto l'aristocratica Sulmona del poeta Ovidio, che sfoggia un sontuoso centro storico punteggiato di negozi che espongono e offrono ai visitatori il prodotto per eccellenza della città, quel confetto famoso proposte in mille forme e gusti che non finisce mai di stupire.

Da non trascurare nemmeno Caramanico Terme con le sue benefiche acque sulfuree ed oligominerali (l'unica località termale italiane a possederle entrambe) e le Grotte del Cavallone con tutto il loro fascino sotterraneo.

Tutta da gustare poi la gastronomia locale imperniata su una cucina povera per necessità ma ricca di inventiva. Salumi di montagna, mozzarelle e formaggi freschi (l'arte casearia a Campo di Gove è di casa), carni dei pascoli locali prendono per la gola non solo per i sapori forti e gentili ma anche per una totale genuinità che al giorno d'oggi è una vera rarità.

Insomma, a oltre mille metri sul livello del mare si respira un'aria fresca e pulita, le occasioni per trascorrere splendide giornate fioccano e a tavola si mangia che è una bellezza: una valanga di relax condito da una sana allegria e da un'accoglienza veramente sincera e cordiale.